Società‎ > ‎

Mission

La Società si fa promotrice di uno stile di comportamento rivolto ai propri tesserati e ai loro familiari, secondo principi di lealtà, correttezza e sportività anche ispirati alla "Carta dei Diritti" del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC.
In particolare i giovani calciatori sono chiamati a tenere un comportamento leale, educato e rispettoso nei confronti di tutto lo staff tecnico/dirigenziale della propria società e di quella avversaria, nonché nei confronti dei compagni, degli avversari, degli arbitri e di tutte le strutture ed il materiale che viene messo a loro disposizione.
I genitori sono invitati ad incitare sempre i bambini della propria squadra e della squadra avversaria, senza enfatizzare gli aspetti tecnico/tattici ma apprezzando e incentivando lo spirito ludico e di gruppo sperimentato dai bambini. Il Settore Giovanile ritiene inoltre di sottolineare e confermare i diritti che la "Carta" del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC riconosce ai giovani atleti:
  • Diritto di giocare
  • Diritto di divertirsi
  • Diritto di svolgere l’attività in ambiente sicuro e sano
  • Diritto di misurarsi con bambini che abbiano una preparazione pari grado
  • Diritto di non essere un campione: i bambini che sperimentano in un nuovo contesto di apprendimento sono tutti campioni, perché stanno provando a fare qualcosa che conoscono solamente nella loro rappresentazione. Stanno imparando un gioco di squadra: il gioco del calcio.